"Arrondissements" di Parigi

I quartieri di Parigi, o cosidetti "arrondissement", sono delle divisioni amministrative. Parigi ne conta 20 e altrettanto comuni. Questi 20 distretti hanno la particolarità di formare una spirale, il guscio di una lumaca, con i primi numeri che partono dal centro e si aprono verso l'esterno fino al numero 20. Ogni quartiere é generalmente suddiviso in 4 sotto-quartieri.

L'Origini Della Lumaca Parigina

Poco a poco Parigi acquisi la sua forma emblematica del guscio di una lumaca. Nel 1795, i primi quartieri furono creati. La capitale era allora molto più piccola rispetto a oggi in quanto contava solo 12 quartieri. Al tempo dei grandi cambiamenti durante Haussmann dalla seconda metà del 19° secolo, la città si ingrandi e i comuni limitrofi furono inclusi. Ci fu bisogno dunque di rivedere il piano della capitale, e ricreare i quartieri per crearne poi di nuovi.

Il primo piano della capitale prevedeva di attribuire il numero 13 all'attuale quartiere 16. Infatti all'epoca l'espressione "sposarsi al comune del 13°" significava vivere insieme senza essere sposati, dato che il comune non esisteva ancora. L'idea di essere associati a un concetto di vita immorale non piaceva agli abitanti che spingevano per non fare attribuire al loro quartiere questo numero. Fu cosi che il numero 13 fu dato ai quartieri poveri intorno a Place d'Italie. Per far cio, si dovette adottare un sistema ad aspirale, con numeri che andavano da 1 a 2, partendo dal centro. Questa disposizione del 1860 non é mai stata cambiata.

Ad Ogni Quartiere Parigino Corrisponde Un Cliche

I quartieri sono lontani da essere un semplice sistema amministrativo della città. rappresentano per i parigini degli universi molto differenti, e tutti evocano dei clichés che concorrono al fascino della storia della capitale.

Per riassumere, i più ricchi si trovano a ovest nel 7° (Invalides, saint Thomas d'Aquin, Ecole Militaire), l'8° (Champs Elysées, Madeleine), il 15° (Grenelle, Vaugirard) e il 16° (Auteuil, Muette, Porte Dauphine) che sono i prototipi di quartieri borghesi: bellissimi immobili, vie tranquille, popolazione di una certa età, uomini d'affari.. in breve un quartiere "che fa molto il 16°", come abbiamo preso l'abitudine di dire.

Si trovano poi i quartieri più popolari a nord-est di Parigi. E 'stato durante la rivoluzione industriale del 1840 che le fabbriche e gli operai si stabilirono nel 18°, 19 ° e 20 ° arrondissement. Sono anche i quartieri con più alto livello di immigrazione perché gli edifici sono a prezzi accessibili, appositamente creati per i nuovi arrivati dai paesi dell'Europa orientale e del Maghreb, Africa nera e Asia.

Poi c'è il 13 ° distretto, che evoca immediatamente la Cina: i suoi supermercati asiatici, ristoranti esotici, karaoke, sfilate...
L’ 11°, la nuova zona alla moda, il 6°(Saint-Germain des Prés) pieno di Bobos (bohemien acronimo borghese) e caffè letterari, 8° (Champs Elysees) la zona turistica ... insomma ogni quartiere ha la su storia!

Scopri tutti i distretti attraverso le nostre visite guidate a Parigi o una crociera sulla Senna.

La sessione è scaduta, si verrà reindirizzato alla home page Come to Paris.